Tag

, , , , , , , ,

Nell’Antologia di Spoon River Edgar Lee Master immaginava che sulla lapide di Trainor (che poi sarebbe diventato “Il Chimico” di De Andrè) ci fosse scritto:

“E chi può dire
come uomini e donne reagiranno
fra loro, o quali figli ne risulteranno? […]

C’erano Benjamin Pantier e sua moglie,
buoni in sé stessi, ma cattivi l’uno con l’altro:
lui ossigeno, lei idrogeno,
il loro figlio, un fuoco devastatore.”

 Seymour Levov ha tutto ciò che si può desiderare: un bell’aspetto, successo a scuola, successo nello sport. La sua vita appare dal di fuori l’incarnazione del perfetto sogno americano. Ma c’è qualcosa che lo corrode nel profondo.

Sarà Nathan Zuckerman, scrittore e vecchio compagno di scuola, a narrarci la vita di Levov, detto “lo Svedese”, ad evidenziarne le vittorie e a seguirne la lenta caduta verso il baratro. E sul fondo del baratro c’è lei, Mary, la figlia avuta da una moglie bellissima: un fuoco devastatore. Balbuziente e irascibile, Mary – sullo sfondo del conflitto in Vietnam – “porterà la guerra in casa Levov”.

 

Un libro profondo e sconcertante che vi consiglio dal profondo del cuore. Scritto meravigliosamente.

Annunci